Biblioteca del Ricordo

La “Biblioteca del ricordo”, nata all’interno del palasport comunale di Montorio al Vomano, sede degli allenamenti e delle gare interne di tutto il movimento pallavolistico montoriese, è cresciuta giorno dopo giorno grazie ad una vera e propria gara di donazioni che, ad oggi, ha consentito di raccogliere circa settemila volumi. Tra questi, una cinquantina di libri donati anche dall’ex Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.

Nata da un’idea di Corrado Scipioni dirigente del Montorio Volley, la “Biblioteca del ricordo” è un tributo alla memoria di tre giovani ragazzi Lorenzo, Arianna e Federica, tre giovani vittime del terremoto dell’Aquila.

Corrado fautore dell’iniziativa, subito dopo il terremoto pensò di continuare a tenere in vita il ricordo dei tre ragazzi montoriesi costruendo una biblioteca proprio qui, nel palasport. Sport e cultura sono un binomio frequente nella vita dei giovani, così iniziò ad inviare decine di lettere e di email illustrando la propria idea a case editrici, scrittori ed  enti pubblici che subito accolsero l’invito di donare volumi alla piccola biblioteca, contribuendo in tal modo a realizzare il sogno di conservare  negli anni il ricordo dei tre giovani compaesani.

Molti dei volumi riguardano lo sport, la psicologia, materie nelle quali i tre giovani sognavano di laurearsi, ma c’è una miriade di altri scritti e anche libri portati dai genitori dei ragazzi, con su scritti ricordi e riflessioni a volte strazianti. Anche le librerie che accolgono i volumi sono il frutto di una generosità spontanea e silenziosa.

Altra idea adottata da Corrado è stata quella del finanziamento dei “Soci Sostenitori” che a fronte di un piccolo contributo fanno si che il numero dei volumi ospitati all’interno del Palazzetto cresca giorno dopo giorno.

Tra i Soci Sostenitori, tanti i nomi importanti dell’editoria e della cultura come Elisabetta Sgarbi, Andrea Camilleri, Stefano Benni, Marco Buticchi, Licia Troisi, Gianrico Carofigno e Loriano Macchiavelli. Anche i campioni della pallavolo come Andrea Lucchetta, Andrea Zorzi, Maurizia Cacciatori e Francesca Ferretti ed anche i campioni Patrizio Oliva e Daniela Masseroni hanno contribuito all’iniziativa ideata da Scipioni.

Come già detto l’idea di Corrado di creare questo luogo di cultura e socializzazione, è nata dalla volontà di ricordare Lorenzo Cinì, Arianna Pacini e Federica Moscardelli, tre ragazzi che conosceva davvero bene. Di Arianna ne è stato il padrino di battesimo, il fidanzato Lorenzo lo vedeva tutti i giorni in palestra perché praticava il volley dall’età di dieci anni e Federica passava ogni tanto per i documenti all’ufficio anagrafe del Comune dove lavorava prima della pensione. Erano ragazzi meravigliosi. Palleggiatore della Montorio Volley, Lorenzo avrebbe dovuto laurearsi il 20 aprile 2009 in fisioterapia con una tesi sulla “Mirror therapy”, una nuova tecnica per pazienti colpiti da ictus. Arianna, 26 anni, studiava psicologia e faceva danza moderna. Seguiva la squadra ovunque pur di sostenere il fidanzato. I due ragazzi erano tornati a L’Aquila poche ore prima del sisma. Federica Moscardelli, 24 anni, si era trasferita all’Aquila per studiare Medicina. Era una volontaria della Croce Bianca e cantava nel coro della chiesa. Era amica di Marta Valente, la ragazza teramana estratta viva dalle macerie dopo 23 ore. A Montorio, entrando nei bar o nei ristoranti, non è raro trovare le immagini dei tre ragazzi affisse dietro i banconi o sui muri.

La Biblioteca del ricordo è aperta dal lunedì al venerdì il pomeriggio dalle ore 15:30/16:00 alle ore 19:00/19:30 ed il sabato e la domenica in occasione delle gare interne del Montorio Volley.

Per info: Corrado Scipioni

telefono: 3409379486  mail: scipionicorradino@libero.it